RITIRO A DOMICILIO RIFIUTI SOLIDI INGOMBRANTI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 25 Luglio 2014 07:59

Si comunica alla cittadinanza che è attivo presso il dipartimento Tecnico del nostro Comune il “Servizio di ritiro a domicilio di rifiuti ingombranti” (elettrodomestici, reti da letto,  materassi, materiale elettronico, mobili, arredi, sanitari, ecc.). L’utenza può contattare l’Ufficio Ecologia del Comune di Palagonia al numero di telefono 095 7958 638. Si fa presente che i rifiuti solidi ingombranti non devono essere smaltiti nei cassonetti stradali per la raccolta indifferenziata. E’ necessario telefonare al numero sopraindicato per concordare il giorno del ritiro, specificando tipo e quantità di materiale, che dovrà essere esposto smontato o piegato a bordo strada nel giorno concordato.

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Luglio 2014 09:19
 
L'A.S.D. GOLDEN DRAGO ANCORA VINCENTE NEL SANDA A SQUADRE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 23 Luglio 2014 10:31

Il Sanda, o boxe cinese, è uno sport da combattimento uno contro uno, il termine tradotto significa “disseminare i colpi”, le sue origini ideali e culturali si perdono nelle antiche scuole di Wushu (arte della guerra) cinesi; per ottenere le risorse necessarie alla sopravvivenza, la gente imparò, poco a poco, la lotta con il pugno e il calcio, a proiettare a terra l'avversario usando le gambe e altre tecniche. Nella storia del combattimento libero in Cina si può notare che già dagli inizi vi era stato un allontanamento dalle finalità di sopravvivenza per un utilizzo ai fini di spettacolo ed intrattenimento. I combattimenti di Sanda, ai giorni nostri, si possono vedere ormai in qualsiasi gara o manifestazione relativa al Kung Fu Wushu e sta conoscendo la via del professionismo oltre che in Asia e specie nei paesi dell'ex Unione Sovietica e medio oriente, anche in Europa e negli USA grazie all'utilizzo come tecnica marziale in molti corpi militari. La FIWUK, Federazione Italiana Wushu Kung Fu, associata al CONI, promuove la disciplina sportiva sul territorio nazionale organizzando gare e tornei, per ultimo il torneo svoltosi in due tappe nelle città di Zola Pedrosa in provincia di Bologna e Atina in provincia di Frosinone, dove gli atleti della palestra Golden Drago di Palagonia, si sono distinti aggiudicandosi il titolo nazionale di Sanda a squadre. Ma il riconoscimento più prestigioso all’eccellenza dimostrata dai nostri atleti è giunto dal torneo svoltosi a Pescara, dove i nostri concittadini Andrea Cipolla e Francesco Calcagno si sono aggiudicati due medaglie d’oro, mentre Fleanzio Grosso ha conquistato quella d’argento e Antonio Cuddè quella di bronzo. L’abilità atletica e la disciplina marziale dei “nostri” vincitori è stata riconosciuta dalla direzione tecnica nazionale della Fiwuk presieduta dal valtellinese Marco Barri, che ha meritatamente convocato Andrea Cipolla e Fleanzio Grosso nella squadra nazionale. Ricordiamo gli altri atleti del club Golden Drago che erano nella rappresentativa della “due tappe” del maggio scorso, e cioè, Giuseppe Cipolla nella qualità di tecnico dirigente,  Christian Calcagno, Giuseppe Brancato, Matteo Strano e Luigi Auteri. Atleti che come dichiarato da Giuseppe Cipolla: “Hanno conquistato la vittoria in squadra, una vittoria da attribuire anche a quanti ci hanno supportato moralmente, i risultati arrivano quando ci si pone nella disciplina sportiva con umiltà, passione e costanza”. 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Luglio 2014 10:47
 
CONCLUSO IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 LUGLIO 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 22 Luglio 2014 11:44

Si è conclusa la seduta consiliare del 21 luglio con il rinvio unanime di due punti dell’ordine del giorno inerenti la costituzione dei Liberi Consorzi dei Comuni e la trattazione degli affari riguardanti la videosorveglianza urbana e la causa palestinese. La sessione, come da consuetudine stabilita dal Presidente del Consiglio Grasso, ha avuto inizio con le interrogazioni a risposta immediata con l’intervento del consigliere d’opposizione Murgo che ha discusso sulla necessità di indire le sedute consiliari in convocazione straordinaria e urgente, a suo avviso infatti, i capigruppo avendo non molto preavviso non avrebbero il tempo necessario di relazionarsi con i propri partiti di appartenenza per accordarsi sulla linea da adottare sugli argomenti in discussione in aula; e ancora aggiungeva alla sua interrogazione, la questione dell’ordine pubblico, adducendo i non pochi fatti criminosi accaduti negli ultimi tempi e rifacendosi in particolare all’episodio della settimana scorsa di aggressione per rapina ai danni di un migrante del C.A.R.A. di Mineo. Il consigliere Murgo precisava che la sicurezza del cittadino dovrebbe fondarsi sulla prevenzione degli atti criminosi o vandalici e non con la repressione, è auspicabile che le Forze dell’Ordine presidino il territorio costantemente. Al consigliere Murgo giungeva la risposta del Sindaco Marletta presente con gli assessori Calcagno e Giaquinta, Il Sindaco metteva in evidenza l’incontro avuto con il comandante di compagnia dei Carabinieri di Palagonia capitano Pagliara e il comandante di stazione maresciallo Rapisarda, per mettere a punto un’azione di controllo del territorio di maggior efficacia, “vedere l’operato investigativo e operativo dell’Arma -diceva il Sindaco-  vanificarsi da un certo ‘eccesso’ di garantismo giudiziario a vantaggio di chi delinque e della mancata adeguatezza nel commisurare la pena da parte della magistratura, che sappiamo sempre essere oberata di lavoro arretrato e infiniti cavilli procedurali, risulta frustrante, ma anche da sprone per segnalare e denunciare eventuali fatti delinquenziali, tanto per l’azione dell’Amministrazione, quanto per i cittadini onesti”. A supporto del Sindaco Marletta, l’assessore alle Attività tecniche e strutturali Calcagno esponeva all’aula un analisi sommaria dei costi per le attrezzature di videosorveglianza che potrebbero controllare il territorio urbano sensibile, come i plessi scolastici, gli edifici istituzionali, e le vie e piazze di Palagonia. Un sistema di controllo evoluto che prevede circa 130 telecamere per un costo di circa 123.000 euro, costo che allo stato attuale il nostro ente non può permettersi e che andrebbe a integrarsi alle somme previste in bilancio per il ripristino, già in atto, degli impianti di antintrusione esistenti nei nostri edifici a rischio di furto o vandalismo. Un progetto ambizioso e definitivo, che con molta probabilità potrà vedere la luce, grazie all’intervento della Prefettura di Catania in un progetto unitario sulla sicurezza destinato a un certo numero di comuni tra cui il nostro. La seduta continuava con l’intervento del consigliere Maria Sipala che portava all’attenzione il resoconto positivo della giornata contro l’omofobia svoltasi il 12 luglio scorso, che ha avuto un buon esito di partecipazione dimostrando come le problematiche possano essere affrontate e superate grazie a una nuova chiave di lettura che si allontani dai pregiudizi finto moralisti. Altro tema in discussione, era la costituzione dei Liberi Consorzi dei Comuni che sostituirebbero le attuali Province Regionali, argomento che però, unanimemente veniva rinviato ad altra data, come proposto dai consiglieri sia di maggioranza che di opposizione. Il rinvio veniva motivato dalla situazione ancora in itinere e non chiarissima su come articolare il “Libero Consorzio”, i consiglieri in alcuni brevi interventi sottolineavano l’incertezza che ancora grava sulla costituzione dei Consorzi comunali, sia per quanto riguarda l’assetto futuro delle Prefetture, che degli uffici della Motorizzazione, sia sul fatto che sarebbero organi nominali e non elettivi, che sui supposti  finanziamenti. L’appuntamento al prossimo Consiglio Comunale potrà meglio trattare con specificità e con un possibile documento consiliare unitario l’argomento dei Liberi Consorzi, ma solo dopo la breve pausa estiva del mese di agosto. Le votazioni degli argomenti all’ordine del giorno venivano formalizzate dal segretario generale a scavalco Battista che una volta esplicate chiudeva la seduta, non prima della lettura della mozione del Presidente del Consiglio Grasso che esprimeva solidarietà per le vittime in Palestina, che impegna il Consiglio comunale e il Sindaco affinchè si sensibilizzi correttamente l’opinione pubblica sullo stato della guerra israelo-palestinese e per il riconoscimento degli accordi di Oslo di “due popoli, due Stati” prendendo le distanze dal progetto sionista dello Stato d’Israele.

Al seguente link, la "Mozione d'indirizzo di solidarietà al popolo palestinese": mozione Grasso.pdf

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Luglio 2014 18:31
 
19 LUGLIO 1992 LA STRAGE DI VIA D'AMELIO A PALERMO PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 21 Luglio 2014 11:05

Una delegazione composta dal Sindaco Valerio Marletta, il vice Sindaco Nicola Giaquinta,  il Presidente del Consiglio Salvo Grasso e il Consigliere Salvatore Longo si è recata a Palermo in via D’Amelio nel giorno della commemorazione dell’attentato che il 19 luglio del 1992 causò la morte del giudice antimafia Paolo Borsellino e della sua scorta. Un attentato terroristico-mafioso, che come anche descritto dal personale della locale Squadra Mobile giunto sul posto dopo il fatto, causò danni gravissimi anche agli edifici ed esercizi commerciali della via, che lasciò uno scenario di decine di auto distrutte dalle fiamme, gente che urlava chiedendo aiuto, nonché i corpi orrendamente dilaniati del giudice e della sua scorta, autentici e fedeli servitori dello stato. Nella stessa giornata veniva inaugurato a Palagonia un viale con la denominazione di “viale Paolo Borsellino” nel quartiere S. Damiano, a testimonianza del sacrificio degli uomini e donne vittime della strage, che ricordiamo erano:Agostino Catalano, Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e prima agente della Polizia di Stato a cadere in servizio), Vincenzo Li Muli,Walter Eddy Cosina e Claudio Traina. La presenza istituzionale del nostro comune è stata affiancata ancora da cittadini palagonesi, anche molto giovani, come Giordano e Giorgio Bardaro, che hanno avuto l’onore del palco per la lettura di alcuni passi letterari sul tema,  tanto giovani quanto tenaci sostenitori del movimento Agenda Rossa, ispirato all’agenda dalla copertina rossa che il giudice Borsellino usava per i suoi personali appunti di lavoro e che subito dopo l’attentato misteriosamente “sparì”. Il Sindaco Valerio Marletta, durante la commemorazione, ha incontrato il magistrato antimafia Antonino Di Matteo, riconoscendogli formalmente la cittadinanza onoraria del Comune di Palagonia, cittadinanza che, su proposta dell’associazione  AMEDIT,  gli era stata conferita il 23 maggio scorso, una data anch’essa tristemente nota per la strage che uccise il giudice Giovanni Falcone con la moglie e la scorta di Polizia. “Il sacrificio degli uomini e donne delle istituzioni - dice il Sindaco Marletta - che hanno dato la vita per l’ideale di giustizia e legalità è immortale, il loro esempio è andato ben oltre dell’inattaccabile senso del dovere dimostrato, il sacrificio di questi “eroi” dei nostri giorni, costituisce la ferrea volontà di costruire una società libera dall’oppressione mafiosa, una società che voglia credere nel rispetto delle regole, quelle regole non scritte che riguardano la solidarietà tra cittadini e la pura onestà dei comportamenti di tutti i giorni. Una società che “creda” nel prossimo e che torni ad avere fiducia nelle istituzioni”.

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Luglio 2014 18:48
 
CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE PER IL 21 LUGLIO PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 18 Luglio 2014 11:21

 

 

Per determinazione del Presidente del Consiglio Comunale Salvo Grasso, si convoca la seduta in sessione straordinaria e urgente  per giorno 21 luglio 2104 alle ore 19:00 presso la sede Municipale, per la trattazione degli affari di cui al seguente link: 

Convocazione Consiglio Comunale (2).pdf 

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Luglio 2014 14:27
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 10